Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Nave ITALIA 2019. Un ponte di solidarietà dalla Repubblica Ceca all’Italia per i 100 anni delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

Data:

13/06/2019


Nave ITALIA 2019. Un ponte di solidarietà dalla Repubblica Ceca all’Italia per i 100 anni delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

È stata presentata nei saloni dell’Ambasciata d’Italia a Praga, la terza edizione per la Repubblica Ceca di “Nave ITALIA”, l’iniziativa benefica promossa dalla fondazione italiana “Tender To Nave ITALIA”, dalla Marina militare italiana e dallo Yacht Club italiano con lo scopo di regalare a dei giovani in situazione di disagio, anche sociale o affettivo, un’esperienza speciale, un’avventura che li possa aiutare a guardare alla vita con nuovi stimoli e con una rinnovata fiducia, accrescendo l’autostima e la capacità di agire in maniera indipendente.

Su impulso dell'Ambasciata, con la collaborazione dell'associazione ceca “Chance4Children” e grazie al generoso sostegno di UniCredit Bank Czech Republic and Slovakia, quindici bambini della Repubblica Ceca che hanno superato malattie oncologiche o altri gravi disagi, voleranno il 27 giugno da Praga a Roma dove in compagnia di cinque volontari avranno modo di visitare le bellezze della Capitale, con soste ai musei Vaticani, al Colosseo e ai Fori imperiali. Il 30 navigheranno in traghetto da Civitavecchia ad Olbia, per poi salire il 2 luglio a bordo di Nave ITALIA, il brigantino più grande del mondo, per una cinque giorni di navigazione nel Mediterraneo allietata da laboratori creativi combinati con animazioni e attività marinaresche. Al ritorno saranno accolti all’ospedale di Olbia dai pazienti del reparto di pediatria, con i quali condivideranno le esperienze di viaggio.

Ai numerosi ospiti che hanno partecipato alla presentazione in Ambasciata, tra i quali il Ministro della Sanità Adam Vojtech, l’Ambasciatore Francesco Saverio Nisio ha espresso le ragioni del proprio sostegno al progetto. “Nave ITALIA è encomiabile sotto molteplici aspetti. Crea un ponte tra Paesi all’insegna della solidarietà, promuove la cultura del mare come strumento di sviluppo interiore, di inclusione sociale e terapia. Ma soprattutto pone al centro di tutte le dinamiche il bambino, con le problematiche della malattia e del reinserimento in un percorso di crescita sano e ricco di nuovi stimoli affettivi e conoscitivi. Sono grato a tutti i partner che hanno collaborato al progetto – ha concluso il diplomatico italiano – ed in particolare al generoso sostegno di UniCredit Bank Czech Republic and Slovakia per aver permesso la realizzazione di un’azione benefica che si pone a pieno titolo tra le iniziative più rilevanti delle celebrazioni per il centenario dell’apertura della rappresentanza italiana a Praga”.

Alle parole dell’Ambasciatore Nisio ha fatto seguito l’intervento del General manager di UniCredit Bank Czech Republic and Slovakia, Paolo Iannone, che ha dichiarato: “Mi fa molto piacere che i bambini possano godere di questa escursione entusiasmante e ricca di divertimenti a bordo della barca a vela più grande del mondo, visitando Olbia e Roma e facendo nuove amicizie. UniCredit Bank è orgogliosa di sostenere questo progetto che offre un’esperienza davvero unica a bambini che hanno affrontato cure oncologiche o gravi disagi, e che fornisce speranza e incoraggiamento anche ad altri bambini. Il nostro impegno a lungo termine, nell’ambito dell’iniziativa di social impact banking, ha l’obiettivo di sostenere e collegare le comunità e di sensibilizzare sul tema in modo da avere un impatto positivo sulla società".

Al progetto hanno collaborato con entusiasmo e generosità anche le Ferrovie dello Stato Italiane, la Terravision Transfers, il Gruppo Grimaldi, i Musei Vaticani, la Onlus Villachiara di Olbia, ATS Sardegna e Czech Airlines, la compagnia di bandiera ceca che ha garantito gratuitamente gli spostamenti aerei tra i due Paesi.

La Fondazione Tender To Nave ITALIA Onlus promuove dal 2007 numerosi progetti di solidarietà a favore di associazioni non profit, Onlus, scuole, ospedali, servizi sociali, aziende pubbliche o private che sostengono azioni inclusive verso i propri assistiti e le loro famiglie. I progetti educativi e riabilitativi si sviluppano a bordo del brigantino Nave ITALIA, con lo scopo di promuovere lo sviluppo umano attraverso la vita di mare e la navigazione, abbattendo i pregiudizi sulla disabilità e sull’esclusione sociale. Il Comitato scientifico della Fondazione seleziona i migliori progetti pervenuti e ne coordina la realizzazione. Nel 2018 sono stati imbarcati su Nave ITALIA 316 partecipanti (155 area disabilità, 37 area salute mentale, 124 area disagio famigliare e scolastico) con 112 operatori coinvolti. I protagonisti a bordo sono bambini, adolescenti e adulti con disabilità, disagio psichico o disagio sociale e famigliare, che hanno ogni giorno grandi ostacoli da affrontare e che a bordo riconquistano la fiducia in se stessi, attraverso un’esperienza che unisce l’amore per il mare all’amore per la vita.


460