Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

AVVISO AI CONNAZIONALI CHE DESIDERANO RIENTRARE IN ITALIA

Data:

30/03/2020


AVVISO AI CONNAZIONALI CHE DESIDERANO RIENTRARE IN ITALIA

In seguito all’allegato Decreto del Ministero della Salute del 28 marzo 2020 (allegato 1), coloro che intendono entrare in Italia dall’Estero devono compilare una autodichiarazione (modulo allegato 2) in cui affermano, sotto la propria responsabilità:

- di conoscere le misure di contenimento della diffusione del Coronavirus adottate in Italia, http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278 ;

- che lo spostamento è determinato da necessità assoluta, debitamente motivata: è ad esempio consentito il rientro dei cittadini italiani o degli stranieri residenti in Italia che si trovano all'estero in via temporanea (per turismo, affari o altro). È ugualmente consentito il rientro in Italia dei cittadini italiani costretti a lasciare definitivamente il Paese estero dove lavoravano o studiavano perché, ad esempio, sono stati licenziati, hanno perso la casa, il loro corso di studi è stato definitivamente interrotto. Per la casistica leggere attentamente il link di cui sopra alla voce “spostamenti”.

- che si sottoporranno al prescritto periodo di 14 giorni di sorveglianza sanitaria ed isolamento presso la propria abitazione;

- che, una volta giunti in Italia, raggiungeranno direttamente e nel minore tempo possibile l’indirizzo della propria abitazione tramite mezzo privato o proprio.

Prima della partenza: Sarà necessario compilare l’autodichiarazione per poterla consegnare, prima dell’imbarco, alla Compagnia aerea, che verificherà la completezza della documentazione e procederà alla misurazione della temperatura dei passeggeri. In caso di stato febbrile o di dichiarazione incompleta l’imbarco sarà vietato.

All’arrivo in Italia: Si segnala che non è consentito prendere mezzi di trasporto pubblici, ma solo mezzi privati. Sarà quindi necessario farsi venire a prendere all’aeroporto oppure noleggiare una macchina o, nei limiti in cui è consentito, prendere un taxi o un'auto a noleggio con conducente.

Una volta arrivati alla destinazione finale è, inoltre, necessario comunicare immediatamente all'Azienda Sanitaria Locale competente per territorio la propria presenza, indicando il recapito dove si svolge il periodo di quarantena obbligatoria.

Se, all’arrivo in Italia, non si dispone di un luogo dove passare la quarantena o non si riesce a raggiungerlo, il periodo di isolamento si svolgerà in luogo deciso dalla Protezione Civile, con spese a carico dell'interessato.

DECRETO MINISTERIALE

AUTODICHIARAZIONE


538