Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

All’IIC di Praga l’Italian-Czech Business Forum & Start-up Contest: FUTURE OF CITIES & COMMUNITIES

forum_praga_2

È in programma oggi nella Cappella barocca dell’Istituto Italiano di Cultura di Praga il business forum italo-ceco sui temi della digitalizzazione e della sostenibilità, con una conferenza tematica e una start-up contest che prevede la presentazione e la premiazione di alcune eccellenze di settore italiane e ceche. L’evento rappresenta la tappa ufficiale per la Repubblica Ceca del roadshow internazionale We Make Future Rimini Festival, festival e fiera internazionale certificata dove persone e imprese incontrano la tecnologia, il digitale e l’intelligenza artificiale per costruire un futuro migliore. Nel contesto di una vetrina che porterà in Italia il meglio dell’innovazione tecnologica mondiale, l’edizione 2023 del festival si terrà dal 15 al 17 giugno, in una tre giorni di iniziative con circa 100 eventi, oltre 400 espositori, più di 1.000 start-up, presenze annunciate da 85 Paesi e più di 1.000 relatori da tutto il mondo, in un format unico che abbina formazione, business, incontri B2B, networking, cultura, concerti, show e intrattenimento, all’interno di 10 padiglioni della zona Fiera di Rimini.

Il segmento praghese del festival sarà aperto dai saluti dell’Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Ceca, Mauro Marsili, del Consigliere del Vice ministro dell’Industria e del Commercio ceco, David Muller, e dell’Assessore di Praga Capitale con deleghe a Smart city, ICT, scienza e innovazione, Daniel Mazur, cui seguiranno i lavori della conferenza e le attività di networking. Il compito di delineare su scala bilaterale lo stato dell’arte nel campo della digitalizzazione e della sostenibilità e di presentare alcune best practices di settore spetterà a Karel Kotoun, Strategy & Consulting Lead for Banking in Central Europe dell’Accenture, a Cyril Klepek, fondatore e CEO del marketplace Cyrkl, ad Alessandro Pasquale, Presidente esecutivo della società Mattoni 1873, ad Andrea Leskovská, del gruppo Generali Ceska Pojistovna, e a Zuzana Bedrichova, rappresentante per la Repubblica Ceca del “Vienna Up Start up Festival”. L’ampio spettro dell’iniziativa si evince anche dalla nutrita partecipazione di start-up italiane e ceche che nel corso del forum presenteranno soluzioni innovative, spaziando dal marketing alla comunicazione, dai servizi cloud alla domotica, dal monitoraggio ambientale alla smart energy e all’automazione, senza trascurare le piattaforme omnicanali e l’elettromobilità. Le migliori start-up saranno premiate da una giuria di specialisti durante un ricevimento pomeridiano nei saloni dell’Ambasciata, che vedrà la partecipazione anche di investitori e dell’Ambasciatore Stefano Stefanini, membro del Comitato Promotore Roma EXPO 2030, in missione in questi giorni a Praga.

Come ha sottolineato il Presidente della Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca (CAMIC), Danilo Manghi: “La Camera collabora da due anni con il WMF, con l’obiettivo di promuovere questo importante appuntamento in Repubblica Ceca e favorire la presenza ceca nelle prossime edizioni. I temi del festival sono strategici per l’Italia e la Repubblica Ceca e da parte nostra vediamo un grande potenziale per la creazione di nuove sinergie tra le aziende italiane e ceche. L’obiettivo è poter ripetere l’evento ogni anno, magari con nuovi focus settoriali, in grado di mettere in evidenza le eccellenze di entrambi i Paesi”. Sul fronte istituzionale, l’Ambasciatore Marsili ha posto l’accento sull’importanza dello sviluppo sostenibile come condizione per un futuro migliore a livello globale, nel momento in cui gli strumenti digitali e l’innovazione sono in grado di garantire l’accesso egualitario ai servizi nel rispetto dell’ambiente. Il diplomatico italiano ha inoltre rimarcato come l’Italian-Czech Business Forum & Start-up Contest rientri nel quadro delle iniziative a sostegno della candidatura di Roma ad ospitare l’Expo del 2030.

Organizzano la WMF di Rimini e la CAMIC, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, l’Istituto Italiano di Cultura, l’agenzia CzechTrade e il comune di Praga Capitale. Sponsor dell’iniziativa: Accenture, Mattoni 1873, Generali Pojistovna e Vienna Start up Festival.